domenica 27 novembre 2016

Romance - Chuck Palahniuk


"Ci sono bugie che cementano i matrimoni più dei voti nuziali"

Negli USA le riviste ancora pubblicano racconti, lo hanno sempre fatto sin dai tempi di Poe e Lovecraft ed è fondamentalmente per questo che esiste un mercato per questo genere letterario, mercato che invece manca in Italia.
"Romance" raccoglie tutti i racconti che Palahniuk ha scritto per varie riviste, come "Playboy", nel corso degli ultimi dieci anni, più o meno.
A volte, quando un autore inizia a deludermi con i romanzi, mi capita di riassaporare le qualità che mi hanno fatto innamorare di lui nella narrazione breve, è con questa speranza che ho comprato "Romance"
Ho trovato quello che cercavo? Anche questa volta mi tocca scrivere "ni"
Il punto è che ci sono raccolte di racconti che nascono come tali, intendo dire che i racconti contenuti vengono scritti proprio per far parte della raccolta.
Altre, invece, si limitano a raccogliere racconti che sono già stati pubblicati precedentemente. Il problema di quest'ultima tipologia è che la loro stessa natura le rende discontinue.
Cosa vuol dire questo? Che in alcuni racconti ho assaporato il vero Palahniuk, in altri non era semplicemente lui... gli mancava quel tocco di originalità che me lo faceva riconoscere già dalla prima riga.
Chiariamoci, tutti i racconti presenti in questa opera sono stati scritti chiaramente per sbarcare il lunario, la rabbia dirompente di Fight Club è ormai molto lontana, sono dei "lavori" più che delle "opere",  ma alcuni di questi sono lavori fatti davvero bene, altri sono un po' arronzati.
I racconti più meritevoli sono:
- Di come scimmia si sposò, comprò casa e trovò la felicità a Orlando
- Fenice
- Perché formichiere non è mai arrivato sulla luna

By Ivan
From Hell

domenica 20 novembre 2016

Animali Notturni - Tom Ford



Animali NOTTURNI (notturni, non quegli altri, sia chiaro) è un film forte, potente, che ti colpisce duro, con una cattiveria di fondo che non cede all'happy ending.
Ci voleva un film come questo, in un'epoca di rassicuranti remake ed idee riciclate.
E, mentre tutto il cinema andava a guardarsi "Soldi facili e come farli", io mi sono goduto questa perla, senza bimbiminchia chiassosi.
Un uomo scrive un thriller e lo dedica alla sua ex moglie, un thriller violento che non è altro che la metafora della loro storia d'amore, fallita tragicamente.
Ma il film non è solo questo, il film è anche una riflessione sulla difficoltà e sull'impossibilità di essere una persona sensibile in un mondo governato dai prepotenti e dai violenti, scambiati per "forti" dalla collettività, che al contrario considera i sensibili dei "deboli"
Aggiungiamoci un finale che, ovviamente senza raccontarlo, vi posso dire che si presta a più interpretazioni, ed ecco che abbiamo uno dei thriller più belli degli ultimi anni.

By Ivan
From Hell